Pencil Icon

Claire à la mer…

"Questo gioioso ritratto esprime al meglio non solo le potenzialità di mix and match fra i diversi capi che solo una donna di buon gusto può scegliere di abbinare, dando vita a un look davvero unico, dal gusto retrò, un look fuori dal coro, ma anche l’anima di Sellingmylife. I pezzi proposti appartengono ciascuno a vite diverse, molto diverse fra loro, e il risultato è magicamente armonioso." osserva Daniela mentre tra camicie di seta, foulard stampati e gonne a ruota, scoviamo dei pezzi unici, appartenenti ad epoche diverse. Capi che raccontano storie di donne che non si sono mai né incontrate né conosciute, capi con cui noi raccontiamo un’altra storia, la storia di una ragazza elegante che desidera godersi tra la brezza profumata di salsedine, gli ombrelloni bianchi e i divani candidi un frizzante aperitivo in riva al mare.  
Curioso è pensare che l’idea di Sellingmylife è nata “dopo aver visto il film Das Leben der Anderen (traduzione : la vita degli altri) del 2006, scritto e diretto da Florian Henckel von Donnersmarek sui registri di ascolto della Stasi. Non e’ solo un film sullo spionaggio e il terrore poliziesco più angoscioso ma una grande metafora sull’appropriazione violenta dell’intimità altrui.” mi racconta Daniela Zanette, quando alla fine di quel lunedì pomeriggio sorseggiavamo un rinfrescante cocktail sull’antico tavolo al centro della sua boutique. Tuttavia ciò che è ancor più intrigante è che dall’angosciante incubo esistenziale di questa pellicola cinematografica è nata una favola sognante, Sellingmylife, un’idea che  ”vuole invece dimostrare che ci si può appropriare in modo ludico e positivo delle vite degli altri in una catena sostenibile di rispetto per le cose sempre belle”.
Finisce così, con questi ritratti di un’estate vintage un po’ fuori dal tempo, il nostro tuffo negli anni ‘50. Grazie ancora alla fantastica collaborazione con Sellingmylife, che ha da pochi giorni ultimato e pubblicato online il suo sito, da visitare assolutamente: http://sellingmylife.it.
Ringraziamo infine l’inconfondibile tocco del nostro fotografo Alessandro Nencha e il trucco della make-up artist Elisabetta Del Negro per il Centroestetico Cacao di Gorizia.
Bisous
Clara

Valentina indossa un abito dei primi anni ‘90 a pois fuxia su fondo giallo lime composto da tre pezzi; tubino, cintura in tessuto e bolerino fuxia con manica a tre quarti, tutto SCARAONATI; 

Pochette in vernice fuxia, Rebecca Molenaar;

Sandali oro con plateau, Fendi.

La location dove sono state scattate le fotografie, è il negozio dell’ usato Sellingmylife di Gorizia in Corso Verdi, 61; mentre il trucco fifties è stato realizzato da Elisabetta Del Negro per Cacao Sun & Beauty di Gorizia in Via Duca D’ Aosta, 49. 

Pencil Icon

Come ultimo outfit, Daniela ha scelto per me questo bellissimo abito di Scaraonati di cui mi sono innamorata sin dal primo istante. “Un marchio Made in Italy in auge fra gli anni ‘80 e i primi ‘90, riconoscibile per l’ utilizzo di stoffe pregiate, colori decisamente accesi, contrasti audaci e fantasie barocche. Forte il richiamo alle tinte e al design più amati da Almodòvar per le sue donne in crisi, il fuxia, il giallo lime dei suoi primi film in quest’ abito caliente e di grande personalità”. 

Load more posts

Loading